In love with Japan

Un`italiana a Tokyo

Le Olimpiadi del 2020 a Tokyo

2 commenti

7 cose di cui ha bisogno Tokyo prima del 2020 (liberamente tradotto da Time Out Tokyo – Aprile/Giugno 2015)

1 Il nuovo stadio

Japan-National-Stadium

Il progetto proposto da Zaha Hadid- architetta anglo irachena – prevedeva una struttura alta 70 metri e in grado di ospitare 80.000 persone. “Una tartaruga gigante”, ha commentato Arata Isozaki, che ha perso il concorso – evidentemente indignata. Dopo aver speso qualche milione di yen, si sono accorti che il progetto avrebbe superato di gran lunga il budget iniziale…e hanno revocato tutto, rilanciando il bando! Per ora se volete vedere uno stadio da olimpiadi c`e` il meraviglioso Yoyogi National Gymnasium (costruito per le olimpiadi del 1964).

2 Infrastrutture per le biciclette

IMG_1082

Il signor Byron Kidd, autore di tokyobybike.com, sito che promuove (fra le altre cose) le piste ciclabili a Tokyo, sostiene che, visto che le Olimpiadi a Tokyo hanno come parola d`ordine la compattezza (il tutto sara` raggiungibile nel raggio di 8 km), di sicuro la bici sara` il trasporto piu` importante. Io ci voglio credere. Prego perche` vengano create delle vere piste ciclabili (al momento ci sono delle linee tracciate sul marciapiede, quasi invisibili, tanto che vengono ignorate completamente dai pedoni) e piu` parcheggi per le biciclette. Problema di qualsiasi ciclista tokyese: se ce la fai a raggiungere la tua meta senza investire nessuno…finalmente dovrai cercare il parcheggio d`oro che sara` gia` pieno e quindi nascondere il tuo mezzo dove i controllori non te lo possano sequestrare, riavendolo per la modica cifra di (circa) 25 euro, piu` il tempo per recarti al gabbio delle bici contravventuose.

3 Prevenzione disastri

pixta_1018862_S (1)

Il governatore di Tokyo, Yoichi Masuzoe, ha posto la priorita` sulla creazione di strutture resistenti ai terremoti, agli tsunami e ai tifoni – don`t worry, it`s Japan! – c`e` da fidarsi. Non che non lo fosse gia` la priorita`. Pensate che recentemente sopra i grattacieli stanno instalando dei pendoli giganti che contrastino l`effetto ondeggiamento durante i terremoti specialmente nei piani alti. Cosi` uno non muore neanche di paura!

4 Simboli e mascotte

Tokyo-2020-Candidate-City-Summer-Olympics-Logo

Non e` ancora stato rivelato il vincitore del simbolo per le Olimpiadi, ma stanno definendo gli ultimi dettagli per renderlo kawaii (=carino) al massimo! Avete dubbi sulle capacita` giapponesi di inventare simboli, pupazzetti e mascotte? Infedeli che siete!

5 Assistenza per le lingue straniere

9684eb7b

Ci sono io, di che vi preoccupate? No, dico, tutti gli stranieri che vengono in Giappone si lamentano che qua non si parla inglese. E c`hanno ragione, qua di inglese se ne parla poco, soprattutto fra i negozianti di vecchi negozi o locande tipiche, e` naturale. Non siamo mica a New York. Se il Giappone e` famoso per la sua cultura eccezionale (eccezionalmente diversa dal resto del mondo) c`e` un motivo: la politica isolazionista protratta per centinaia d`anni. E con essa l`inutilita` dell`inglese e di qualsiasi altra lingua straniera. Ma stanno pensando anche a questo! Infatti la JNTO (Japanese National Tourism Organization) fara` attrezzare le aree piu` popolari della citta` con pannelli digitali multilingua e pure i bus avranno i display anche in inglese – finalmente! Gli indirizzi invece continueranno a confondere allo stesso modo sia i giapponesi che i non-giapponesi.

6 Sovraffollamento

www.dotup.org251124

E` o non e` la nostra specialita`? Ebbene nel 2014 il Giappone ha ricevuto 13 milioni di visitatori – uguali alla popolazione di Tokyo – ma nel 2020 la JNTO vorrebbe raggiungere i 20 milioni (!!! Perche`?!? Vabbeh). E dove li (vi) mettiamo? Si pensa che il segreto stia nel decentralizzare l`interesse verso mete meno conosciute (Hokkaido e Tohoku, ad esempio), cosi` da alleggerire il passaggio sulle mete ovvie. Ma chi mai manchera` di visitare Tokyo o Kyoto al suo primo viaggio Giapponese?

7 La torcia olimpica

n-olympics-b-20140911

Dopo la controversia del 1964 a causa del mancato passaggio in terra cinese, russa e koreana (sara` stato un caso viste le relazioni difficili dei suddetti col Giappone?), giustamente Hidetoshi Fujisawa, il direttore esecutivo della comunicazione per le Olimpiadi, si sta preoccupando di tracciare il percorso politically correct, ovviamente ricordando anche le zone colpite dal terremoto del 2011.

Ragazzi, come vedete, i preparativi per le Olimpiadi sono gia` iniziati e, come potete immaginare, questo popolo precisissimo si preoccupera` di organizzare tutto perfettamente fino all`ultimo dettaglio. Non c`e` da preoccuparsi riguardo la sicurezza o alla spettacolarita` dell`evento.

La Vostra Inviata da Tokyo

Annunci

Autore: Laura Grosselle

Vivo a Tokyo dal 2013. Amo il Giappone e la sua cultura. Mi piace scoprirne i paesaggi e raccontare i miei viaggi. Scrivo perche` sono una smemorata e cosi` mi sono decisa a tenere un diario...pubblico, perche` mi piace condividere. Se vuoi puoi scrivermi per commenti, idee, curiosita`... laura punto grosselle chiocciola gmail punto com

2 thoughts on “Le Olimpiadi del 2020 a Tokyo

  1. Grazie Laura!!!!

    • Di cosa? Era da tanto che avevo in mente il caro Gymnasium. Purtroppo troppo piccolo per le Olimpiadi. Ma l`interessante e` che, a proposito di decentralizzazione, si era proposto di farle a Fukuoka, invece alla fine si e` finiti a Tokyo, ancora e sempre fulcro insostituibile del mondo nipponico, a quanto pare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...